martedì 3 dicembre 2013

Ancora Frenulo linguale e allattamento!

Ecco un importante articolo dal sito di Catherine Watson Genna, IBCLC americana, che parla di frenulo linguale.
L'articolo, tradotto in italiano grazie alla collega IBCLC Tiziana Catanzani, aiuta a capire se il bambino allattato può avere il frenulo linguale corto, ce ne sono di vari tipi e gradi.
Personalmente due dei miei sei figli hanno avuto questo problema, non ne ho mai scritto, mi riprometto che prima o poi lo farò! è stata dura, ma con determinazione, impegno e una frenulotomia, ho recuperato gli allattamenti e tutto è andato avanti per molto tempo :-)
Buona lettura!


Bubamara incontra le mamme di Mantova

Portare i vostri bambini, i valori, l'importanza, i benefici di una scelta d'amore.
La fascia portabebè vissuta nel quotidiano di una famiglia ad alto contatto e sempre in movimento.
Un'occasione per confrontarsi e scambiarsi storie e vissuti intorno al babywearing.

Incontro gratuito tenuto da Annamaria Bubamara in collaborazione con Francesca Alberti.
Vi aspettiamo numerose insieme ai vostri bambini e, se ne avete uno, al vostro porta bimbo!
Sarà, inoltre, una bella occasione per stare insieme e augurarci buone feste.

Per info e contatti: Francesca tel.393.8316967

www.allattamentomantova.it 

www.bottegabubamara.com 

Ci troviamo nella sala civica di Levata, a Levata di Curtatone (MN), in via Levata n.39.




lunedì 4 novembre 2013

Corso per mamme in attesa, nascita e allattamento

Parte giovedì 14 novembre alle ore 16 il corso di accompagnamento e preparazione all'allattamento con speciale riguardo al tema parto e nascita.

Ci troveremo nella Sala Civica di Levata di Curtatone (MN) in via Levata n.39.

E' ancora possibile iscriversi!


venerdì 18 ottobre 2013

Taglio Cesareo, armonizzare la cicatrice e liberare le emozioni


"...con la mano sfioro il mio corpo, mi sto vestendo, mi sto lavando, vivo la mia giornata, ma c'è un momento in cui socchiudo gli occhi e, contemporaneamente, la mano sorvola la ferita.
E' solo cicatrice, dicono, ma è viva, la sento che urla il nostro dolore, il parto avvenuto ma non nella sua forza primordiale, sento nella ferita la presenza dell'assenza del compimento.
I miei occhi e le mie mani si fondono nell'amore del mio bimbo ma tra di noi c'è sempre lei, la ferita; cicatrice del corpo e dell'anima, continua a frapporsi tra me, il mio bambino ed il compagno.....
E' ora che gli occhi e le mani possano posarsi con amore sulla cicatrice, che essa possa trasformarsi in vissuto lasciando che l'urlo evapori in dolci parole."

venerdì 4 ottobre 2013

La doula, angelo delle mamme

La gravidanza e il puerperio sono i momenti più intensi e delicati nella vita di una donna e della sua famiglia.
In questa serata mi presenterò e vi accompagnerò nel viaggio di conoscenza sulla figura della doula e della consulente professionale in allattamento IBCLC, figure di grande supporto pratico, emotivo, informativo, umano ed esperenziale al servizio di mamma, famiglia e comunità nell'accoglienza di una nuova vita ed un nuovo equilibrio.

L'incontro, pubblico e gratuito, si terrà martedì 15 ottobre alle ore 20,30 presso la Sala Civica a Levata (MN), via Levata n.39.

E' gradita conferma partecipazione: sms al 393.8316967 o mail francesca.albertimn@gmail.com

Vi aspetto!
Francesca, 
mamma per sei, consulente professionale in allattamento IBCLC, formatrice allattamento 20 ore OMS|Unicef, doula, operatrice olistica per il trattamento di armonizzazione globale delle cicatrici (da cesareo), Presidente di "Innecesareo Onlus" www.innecesareo.it  

Gioia Albano Artist



domenica 22 settembre 2013

Settimana Mondiale Allattamento 2013

Ci siamo, manca poco, e quest'anno il tema della SAM (Settimana Mondiale Allattamento che si festeggia ogni anno in Italia dall'1 al 7 di ottobre) sarà: "Sostenere l'allattamento. Vicine alle madri".
Insieme all'ostetrica e amica Sara Dazieri, libera professionista che lavora a Parma per il parto a domicilio e in casa maternità, proponiamo una conferenza pubblica dedicata a: " Il primo sguardo, come accogliere al meglio il neonato subito dopo la nascita", ispirata al film documentario del celebre neonatologo Marshall Klaus.
Chi sta vicino alle madri sa bene quanto un accoglienza rispettosa e amorevole favorisca anche un buon avvio dell'allattamento!

L'incontro si terrà sabato 5 ottobre alle ore 16 presso la sala polivalente del "Bioanch'io" di via Amendola 19 a Mantova.
E' gradita conferma partecipazione chiamando: 

Sara: 339.4918241
Francesca: 393.8316967

In collaborazione con:

www.innecesareo.it
www.casadigaia.it
www.bioanchio.it


lunedì 16 settembre 2013

Mamme e bimbi, pomeriggio insieme

Parte questo giovedì, 19 settembre, il gruppo di condivisone per mamme e bambini!
Ci troveremo, questa volta ogni giovedì pomeriggio dalle ore 16,45, presso la sala del "Bioanch'io" di via Giovanni Amendola 19\a, zona San Pio X a Mantova.
"Mamme e bimbi, pomeriggio insieme" vuol essere un momento di condivisione per neo-mamme e mamme con bambini da 0-3 anni, ci aspetta un lungo autunno\inverno, passeremo pomeriggi a sostenerci, condividere informazioni corrette e aggiornate, parlare di tutto ciò che ruota intorno alla vita di mamme, piccole gioie quotidiane ma anche difficoltà e dubbi dell'essere genitore, il tutto in compagnia della vostra consulente IBCLC e Doula Francesca.
Gli argomenti saranno liberi, ogni madre può portare la propria esperienza!
Parleremo di allattamento, sonno e risvegli notturni, ritorno al lavoro, vita di coppia e bambini, consapevolezza femminile, cose utili e non per i nostri bebè e piccoli, portare in fascia, ecologia e pannolini lavabili, libri per mamme e genitori e tanto altro!

Ci sarà la possibilità di pesata settimanale per i bebè, scambio pannolini lavabili e pannolinoteca, provare vari supporti porta bimbo, per chi lo desidera mercatino di scambio vestitini e oggetti per i piccoli.
Nella sala avremo spazio gioco per i bambini più grandicelli, cambio per i piccoli, cuscini per allattare comodamente, scaldabiberon.

Il costo mensile degli incontri (4 incontri al mese) è di 30euro, questo giovedì sarà un incontro di conoscenza gratuito!!
Per confermare la presenza chiama al 393.8316967 o scrivimi a francesca.albertimn@gmail.com




venerdì 13 settembre 2013

Cesareo, armonizzare la cicatrice e liberare le emozioni

Incontro aperto e gratuito per tutte le mamme che hanno vissuto l'esperienza del cesareo, ci racconteremo e parleremo dell'armonizzazione della cicatrice secondo il metodo di David Kanner, osteopata francese.

Prendersi cura della propria cicatrice, anche dopo anni e in particolar modo da taglio cesareo, è il primo passo per guarire e riappropriarsi della propria integrità fisica ed emotiva.

La pratica di "Armonizzazione globale della cicatrici" prende in considerazione la cicatrice nella sua globalità in modo da armonizzare i tre livelli: fisico, emozionale, energetico.

Per approfondire leggi qui sul sito: Armonizzazione globale delle cicatrici

Ci troveremo sabato 19 ottobre, dalle ore 16,00, presso la sala polivalente del "Bioanch'io" di via Amendola 19 a Mantova, zona San Pio X. (www.bioanchio.it )

Per prenotarsi e chiedere informazioni potete chiamare al 393.8316967 o scrivere a: francesca.albertimn@gmail.com 


martedì 10 settembre 2013

Corsi e Incontri, iscrizioni aperte!

Care mamme e future mamme, sono aperte le iscrizioni per:

-Corso Nascita e Allattamento per mamme in attesa (si parte con almeno 3 mamme iscritte)

-Gruppo mamme "Mamme e bimbi, pomeriggio insieme", ogni giovedì pomeriggio dalle ore 16,45 presso la sala polivalente del "Bioanch'io" a Mantova

-Incontro su autosvezzamento e alimentazione complementare dopo i sei mesi

-Incontro "Cesareo, armonizzare la cicatrice e liberare le emozioni"

-Incontro pubblico "Il primo sguardo: accoglienza del bambino subito dopo la nascita" (5 ottobre Mantova presso la sala polivalente del "Bioanch'io", ingresso gratuito)

-Incontri informativi e formativi per operatori (in programma: Allattamento e frenulo linguale, corso allattamento 20 ore OMS\Unicef)


Per iscrizioni, informazioni su costi, programma e contenuti, dettagli su luogo e ora scrivetemi a: francesca.albertimn@gmail.com o telefonate al 393.8316967

A presto!
Francesca

giovedì 25 luglio 2013

Intervista per Romagna mamma

Mi hanno intervistata, Romagna mamma pubblica l'articolo che spiega perchè è nata "Innecesareo" :-)

Innecesareo contro il record cesarei

giovedì 13 giugno 2013

Tutti in vacanza? Io no :-)

Care mamme e future mamme,
l'estate è ormai arrivata e come di consueto presto alcuni servizi o operatori andranno (giustamente) in vacanza. Se la preoccupazione di non trovare aiuto, informazioni o sostegno vi assilla, non preoccupatevi, io in vacanza non ci vado!
Resto disponibile tutta estate per accompagnare e informare le mamme in gravidanza, stare accanto durante il travaglio e parto, offrire protezione e aiuto nel dopo parto per avviare al meglio l'allattamento.
Ci sono anche per aiuto pratico, consulenze allattamento a domicilio in puerperio e per qualsiasi vostra esigenza o bisogno.
Anche i corsi non si fermano! sono aperte le iscrizioni per il corso nascita e allattamento (vedi post informativo).
Infine, se avete bisogno di un trattamento di armonizzazione alla cicatrice da cesareo, contattatemi per avere infomazioni.

Insomma non sentitevi sole :-)

Potete chiamarmi al 393.8316967 o scrivermi alla mail francesca.albertimn@gmail.com

A presto e buona estate a tutte

Francesca Alberti

mercoledì 5 giugno 2013

Sei mesi, non solo latte!

A tutte le mamme allattanti e non, un incontro dedicato all'introduzione dei cibi solidi dopo il sesto mese di vita del bambino.
Per capire come, quando e con cosa iniziare seguendo il bisogno del vostro bambino, senza ansia, senza stress, senza sprechi!
Parleremo anche di raccomandazioni in fatto di alimentazione infantile, autosvezzamento guidato, e di tutti i dubbi che possono sorgere in questo importante momento.

Ci troveremo lunedì 17 giugno alle ore 16,30 presso la sala polivalente del Bioanch'io di via Giovanni Amendola 19 a Mantova. (www.bioanchio.it).

Il costo dell'incontro è di 15euro. Per partecipare è necessario iscriversi chiamando o scrivendo a:
tel.393.8316967 mail francesca.albertimn@gmail.com

Vi aspetto!
Francesca Alberti, Consulente Professionale in Allattamento IBCLC, Doula e mamma per sei

Filmati dell'International Breastfeeding Centre

International Breastfeeding Centre, canale video Youtube con bellissimi e utili filmati di: attacco corretto, pressione inversa per ammorbidire areola e seno, compressione durante la poppata, frenulotomia, ecc.
Imperdibile per mamme e operatori!

International Breastfeeding Centre

lunedì 3 giugno 2013

Corso nascita e allattamento per mamme in attesa (nuovo!)

 Aperte le iscrizioni per il nuovo corso!

Quattro incontri di accompagnamento e preparazione all'allattamento con speciale riguardo al tema parto e nascita. Per scegliere consapevolmente con chi, come, dove partorire e avviare felicemente l'allattamento. Avere informazioni corrette e aggiornate per arrivare ad essere consapevoli e crearsi la rete di sostegno fin dalla gravidanza può fare la differenza nella vostra esperienza di parto e allattamento.

La Consulente Professionale in Allattamento IBCLC e Doula Francesca vi guiderà nel percorso, a cadenza settimanale, dedicato a tutte le mamme in attesa al primo bambino ma anche plurimamme che hanno incontrato difficoltà o non sono riuscite ad allattare nelle precedenti esperienze.


Il corso si terrà una volta a settimana, per un totale di quattro incontri, il martedì mattina dalle ore 10 e si tratteranno i seguenti argomenti e pratica:

-Come il parto può influire sull'avvio dell'allattamento e come riconoscere una struttura amica delle mamme e dei bambini.
-Pratiche amiche durante il parto e immediato dopo parto.
-Importanza del contatto pelle a pelle.
-Tutte le mamme hanno il latte?
-L'impatto del non allattamento per mamma e bambino.
-Il seno va preparato? cosa mi serve per allattare?
-Allattamento a richiesta, cosa vuol dire, saper riconoscere i primi segnali del bambino e come assicurarsi un abbondante produzione di latte.
-Un buon attacco al seno, le principali posizioni per allattare comodamente il tuo bambino (prova pratica) e riconoscere che la poppata procede bene.
-Normali parametri di crescita, come assicurarsi che il bimbo prenda abbastanza latte.
-Saper prevenire, riconoscere e curare eventuali difficoltà quali ragadi, ingorgo e mastite.
-Spremitura manuale del seno e tiralatte, metodi di estrazione del latte e conservazione.
-Allattare, fino a quando? OMS e raccomandazioni.
-Alimentazione della madre che allatta.
-Condivisione del sonno e allattamento, bisogni dei bambini e benefici.

Naturalmente ci sarà spazio anche per le domande o i dubbi delle mamme.


La quota del corso comprensiva di quattro incontri e materiale è di 60euro.
Per iscriversi è necessario prenotarsi telefonando al 393.8316967 o scrivendo a francesca.albertimn@gmail.com, per qualsiasi informazione contattami.
Partiremo con un minimo di tre mamme iscritte.

Francesca Alberti
www.allattamentomantova.it









martedì 30 aprile 2013

Mantova per mamme e bimbi

E' nato un nuovo blog per tutte le mamme e future mamme mantovane, si chiama "Mantova per mamme e bimbi, Cultura del rispetto", il blog è curato da due giovani mamme che hanno deciso di raccogliere tutte le informazioni utili e gli eventi del territorio mantovano.

Mi hanno chiesto di presentarmi sul loro blog e così eccomi qui:

Allattamento, Doula e cesarei non necessari

Buona lettura!

Francesca

giovedì 4 aprile 2013

Corso Allattamento per mamme in attesa (Maggio 2013)

Corso Allattamento per mamme in attesa


"Il latte che fluisce dal seno è un espressione fisica dell'amore incondizionato: è amore liquido." (V. Robinson)

Quale momento migliore della gravidanza per ricevere informazioni corrette per poterlo avviare serenamente, capire come funziona la produzione di latte, evitare eventuali difficoltà e godersi la relazione d'allattamento con il proprio bambino?

Allattare è la norma biologica e il naturale proseguimento di gravidanza e parto, ma al giorno d'oggi con la massiccia introduzione di sostituti del seno materno e la formula artificiale è un arte che va re-imparata.
Molto spesso poi i mille consigli inadeguati e il mancato supporto fanno fallire l'allattamento con conseguente senso di colpa della madre che invece colpa non ha!
Partire informate e consapevoli può fare la differenza nella vostra esperienza d'allattamento.

La consulente professionale in allattamento diplomata IBCLC vi guiderà nel percorso in tre giornate che avranno cadenza settimanale; possono partecipare al corso tutte le mamme in attesa alla prima gravidanza ma anche plurimamme che nelle esperienze passate hanno incontrato difficoltà o non sono riuscite ad allattare.

Il corso si terrà una volta a settimana, per un totale di tre incontri, la mattina dalle ore 10 e si tratteranno i seguenti argomenti e pratica:

-Tutte le mamme hanno il latte?
-Come il parto può influire sull'avvio dell'allattamento e come riconoscere una struttura amica delle mamme e dei bambini.
-L'impatto del non allattamento per madre e bambino.
-Il seno va preparato? cosa mi serve per allattare?
-Importanza del contatto precoce nell'immediato dopo parto.
-Allattamento a richiesta, cosa vuol dire, saper riconoscere i primi segnali del bambino e come assicurarsi un abbondante produzione di latte.
-Un buon attacco al seno, le principali posizioni per allattare comodamente il tuo bambino (prova pratica) e riconoscere che la poppata procede bene.
-Normali parametri di crescita, come assicurarsi che il bimbo prenda abbastanza latte.
-Saper prevenire, riconoscere e curare eventuali difficoltà quali ragadi, ingorgo e mastite.
-Spremitura manuale del seno e tiralatte, metodi di estrazione del latte e conservazione.
-Allattare, fino a quando? OMS e raccomandazioni.
-Alimentazione della madre che allatta.
-Condivisione del sonno e allattamento, bisogni dei bambini e benefici.

Naturalmente ci sarà spazio anche per le domande o i dubbi delle mamme.

Costi e iscrizione:

La prossima data del corso è il 7 maggio (poi 14 e 21 maggio) dalle ore 10, presso la sala polivalente del centro "Bioanch'io" di via Amendola 19\a a Mantova.
La quota del corso comprensiva di tre incontri e materiale è di 45euro.
E' necessario prenotarsi per confermare l'adesione! Partiremo con un minimo di tre mamme iscritte.
Per ogni informazione contattami al 393.8316967 o scrivimi alla mail francesca.albertimn@gmail.com


lunedì 25 marzo 2013

Settimana Mondiale della Doula, 22-28 marzo

E' iniziata il 22 marzo la WDW (World Doula Week) o "Settimana Mondiale della Doula".
Lo scopo della WDW è quello di potenziare il lavoro della Doula in tutto il mondo per migliorare la salute fisiologica, sociale, emotiva e psicologica di donne, neonati e famiglie nella nascita e nel periodo post parto.
Durante la Settimana Mondiale della Doula vari eventi si svolgeranno in tutto il mondo indicando i vantaggi dell'avere accanto una doula di nascita e post parto:

-Riduce l'incidenza di parti cesarei
-Può ridurre la durata del travaglio
-Riduce la richiesta di epidurale e analgesia
-Aumenta l'inizio dell'allattamento al seno e la sua continuazione
-Aumenta la soddisfazione della madre nell'esperienza di parto
-Può ridurre l'incidenza di disturbi dell'umore dopo il parto
-Aumenta la fiducia dei nuovi genitori nella cura del proprio neonato

La Settimana Mondiale della Doula ha inizio il 22 marzo e prosegue fino al 28.
Il 22 marzo è stato scelto perchè è l'equinozio di primavera e rappresenta il ritorno della fertilità in innumerevoli culture. (http://www.worlddoulaweek.com/)

Questo è un anno storico per le Doule (figura tanto antica quanto moderna), un anno di cambiamenti e discussioni ma anche di conferme e riconoscimenti. Personalmente non ho organizzato nulla sul territorio, mi basta stare accanto alle madri che mi chiamano ed esserci, come sempre.

Auguri a tutte le Doule!

Francesca

lunedì 11 marzo 2013

Armonizzazione Globale delle Cicatrici

Di ritorno da un seminario intensissimo dove ho potuto imparare, sperimentare su di me e su altre donne questa pratica di armonizzazione e guarigione molto potente, sento di voler condividere le parole di David Kanner prese da un articolo\intervista di "Genitori Channel".
Le mamme e donne interessate a farsi trattare la cicatrice da cesareo o episiotomia da oggi possono contattarmi.


"La cicatrice da taglio cesareo, come tutte le altre cicatrici, e’ una entita’ particolare e complessa. Pero’ una cicatrice da cesareo non e’ una cicatrice come tutte le altre. E’ la testimonianza dell’arresto o dell’assenza dei movimenti della vita (quel passaggio iniziatico che e’ il parto). Il taglio cesareo salva la vita delle donne e dei neonati, ma nello stesso tempo modifica l’ordine ontologico (metafisico).
Otto anni fa, ho imparato una tecnica sulle cicatrici che mi ha dato la possibilita’ di aiutare donne post-cesareo, anche quarant’anni dopo! Ogni taglio cesareo e’ diverso perche’ ogni donna lo vive in modo diverso, perche’ ha un vissuto personale e familiare diverso. Quindi l’impatto con il taglio cesareo sara’ diverso.

Prima di parlare del taglio cesareo mi sembra importante occuparsi dell’impatto in generale di una cicatrice.
In natura, l’esterno protegge l’interno e così anche nel corpo questo ordine esiste: la pelle separa l’interno del corpo dal suo esterno. E così come lo separa, lo protegge: filtra e impedisce agli aggressori di penetrare ed evita la dispersione della nostra energia vitale. La bellezza della pelle sta nella capacita’ di separare e contemporaneamente creare l’apertura al contatto e alla comunicazione.
La pelle e’ il piu’ grande organo del corpo ed e’ il primo senso a svilupparsi nel feto. Tutta la dolcezza della relazione madre-feto si trova nella pelle. La pelle ha la stessa origine embrionaria del sistema nervoso centrale, dell’ipofisi, della ghiandola mammaria e delle surrenali.
Quando la pelle e’ toccata, noi siamo toccati nel nostro rivestimento, noi siamo feriti nella nostra dolcezza: ci sentiamo aggrediti “tutte le cicatrici sono una aggressione memorizzata dai tessuti”.
Quando la pelle e’ toccata, tutta la “famiglia” embrionaria e’ toccata:
• Sistema nervoso centrale
• Ipofisi: cambiamenti ormonali (specie l’ossitocina, l’ormone dell’amore e della relazione)
• Ghiandola mammaria (allattamento)
• Ghiandole surrenali (adrenalina e cortisolo)
Sotto la pelle, le fasce, sono quelle membrane che collegano tutte le parti, le strutture e gli organi tra loro. Se le fasce sono cicatrizzate, tutta la meccanica del corpo ne e’ informata e modificata. Se l’utero e’ ferito nella sua intimita’ si indurisce e crea una tensione meccanica e funzionale.
La cicatrici, quindi, altera l’ordine naturale. L’esterno non protegge piu’ l’interno. La cicatrice si forma fisicamente ma resta aperta energeticamente. La pelle non fa piu’ da barriera e diventiamo piu’ vulnerabili all’influenza esterna e alla perdita di energia.

Il parto e la cicatrice
Il parto e l’incontro con il nuovo essere, che dovrebbe essere una giubilazione vista la  ipersecrezione di ossitocina, e’ una aggressione verso i tessuti che porta a diminuzione dell’ossitocina e quindi ad una eventuale alterazione relazionale e ad una difficolta’ nell’allattamento. La secrezione di cortisolo, necessaria alla cicatrizzazione, mantiene uno stato di stress permanente.
La nascita della donna, nello stato di madre, e di un bebe’, nello stato di bambino, comincia con difficolta’ e disarmonia.
Questo vissuto, piu’ o meno traumatico, rimane tra la mamma e il bambino, tra la mamma e se stessa e tra la mamma e suo marito, sia su un piano cosciente che su quello incosciente. Il benessere dell’incontro e’  alcune volte intaccato dalla rabbia, dalla delusione di non avere il bambino sopra di sé, dalla paura per il bambino, dal senso di colpa del bambino e dalla sua sensazione di non essere ascoltato o rispettato, ecc… la cicatrice e’ la memoria di questo vissuto. Mantiene alcune volte la memoria degli eventi precedenti, durante la gravidanza o anche prima. Mantiene la memoria degli eventi durante la cicatrizzazione (6 settimane).
Questa memoria si fissa nei tessuti cicatriziali. Le donne restano bloccate nel loro passato. Uno dei segni di questa memoria e’ la sensibilita’ della pelle. E’ la relazione tra la pelle e il cervello. Le cicatrici sono regioni spesso sensibili o anche che bruciano all’inizio e poi diventano insensibili come fossero “morte”. Non c’e’ piu’ collegamento tra il cervello e questa parte del corpo. La memoria ne resta nascosta, immobilizzata.
• Come ritrovare l’armonia in tutto questo?
• L’obiettivo e’ tornare allo stato iniziale?

Protocollo di armonizzazione globale delle cicatrici
La fortuna che abbiamo oggi e’ quella di poter dare una risposta a questo vissuto e di poter mettere in movimento quello che si e’ fissato! Questo lavoro completo che rilascia il livello fisico, armonizza l’energia e libera le emozioni, e’ stato ideato dal Dott. Mahe’ (medico, ostepata, agopunturista e omeopata). Per equilibrare una cicatrice sono necessarie 1-3 sedute almeno.

  1. La prima tappa della riconciliazione e’ il ringraziamento. Ringraziare la cicatrice e’ importante perche’ e’ grazie a lei che il bambino e’ nato e la mamma e’ sopravvissuta.

  2. La seconda tappa e’ il rilassamento, la liberazione emozionale e la dispersione energetica.

  3. La terza tappa e’ l’informazione positiva.


Il tempo per se non e’ per forza un fattore di miglioramento per la cicatrice; il disequilibrio fisico ed energetico e’ talmente importante che le conseguenze possono presentarsi in uno squilibrio anche anni dopo.
La relazione madre-figlio e’ per forza intaccata dal taglio cesareo.  La madre ha difficolta’ ad usare il termine partorire per la nascita del figlio e spesso si nota che residua una relazione di fusione dopo un cesareo. Il senso di colpa, la paura per il bambino, la mancanza di contatto e lo sguardo diretto possono condurre ad un eccessivo senso di protezione e in una relazione fusionale, piu’ o meno coscientemente. Il bambino puo’ anche avere la tendenza di rispondere alle emozioni della madre (o ai problemi) con una iperattivita’ o problemi di sonno per far vedere alla madre che e’ vivo e che tutto va bene, perche’ la vita e’ movimento.
L'amore è una questione di spazio. Durante il cesareo questo spazio non si crea. La liberazione della cicatrice e la messa in movimento delle energie legata alla madre e al figlio permette di ristabile l'ordine ontologico (metafisico) dove il piccolo esce dai genitali, si crea uno spazio tra la madre e il bambino prima di essere appoggiato sul cuore della madre in modo da attivare la scintilla d'amore tra i due esseri. Le donne assistono ad un nuovo trasporto d'amore per il proprio figlio dopo il trattamento della cicatrice. Lo sguardo verso il figlio cambia:”E' nato, è uscito dal mio ventre, è là!”. Un nuovo legame si è creato. I bambini si aprono al mondo, il loro sonno si armonizza e si calmano. La donna si apre ad un'altra forma d'amore e la relazione che prima era esclusiva per il figlio coinvolge anche il suo partner.
La relazione della donna con il suo corpo dopo il cesareo è intaccata da una zona più o meno sensibile intorno alla cicatrice. Talvolta la donna non vuole essere toccata in questa zona. Questa zona è normalmente una zona di piacere e di eccitazione diventa insensibile  o intoccabile. La sessualità può cambiare. Il lavoro sulla cicatrice permette di ritrovare una sensibilità normale, anche dopo la prima seduta.
Anche l'aspetto estetico è importante nella relazione con il proprio corpo. Il rossore può diventare più chiaro, i cheloidi si appiattiscono e si ammorbidiscono. Sento spesso alla fine di una seduta che il “ventre brontola, diventa vivo”.
Ci sono donne che non riescono a perdere peso dopo un cesareo. Durante il trattamento le donne prendono coscienza che la loro immagine mentale è ancora di essere piene, incinta. Il cervello ha mantenuto questo stato e i chili non se ne vanno. La liberazione energetica della cicatrice permette la regolazione mentale e fisica.
Inoltre, la donna è tagliata energeticamente in due dal cesareo (o da una isterectomia laparotomica). Molti meridiani sono tagliati nel loro decorso verticale e così le fasce, che sono rispettivamente trasportatori energetici e di liquidi. Tutte le donne non lo sentono più ma per il corpo è una realtà. Durante il trattamento questa separazione diventa tangibile e  le connessioni si formano dapprima piccole e fino a raggiungere l'armonizzazione globale tra l'alto e il basso del corpo.
L'equilibrio energetico e il ritorno ad una sensibilità normale (testimoniato da un riallacciamento e riconnessione nervosa) sono come una porta che si apre alla riconciliazione con il corpo, con la propria storia e che libera all'incontro con l'altro. Il cesareo non è un fatalità: è una tappa della vita. Il lavoro sulla cicatrice permette un nuovo incontro con il proprio corpo e le proprie emozioni. Si apre la porta per un “parto spontaneo dal basso dopo il cesareo (AVAC o VBAC) se la donna è nell'età e lo desidera vivere.
L'armonizzazione delle cicatrici non è un viaggio indietro ma una liberazione per camminare verso il futuro per la donna e la sua discendenza."

di  David Kanner -  Osteopata D.O.
(Genitori Channel.it)

mercoledì 20 febbraio 2013

Corso Allattamento per mamme in attesa, Mantova

Corso Allattamento per mamme in attesa (Corso a Mantova)

"Il latte che fluisce dal seno è un espressione fisica dell'amore incondizionato: è amore liquido." (V. Robinson)

Quale momento migliore della gravidanza per ricevere informazioni corrette per poterlo avviare serenamente, capire come funziona la produzione di latte, evitare eventuali difficoltà e godersi la relazione d'allattamento con il proprio bambino?
Allattare è la norma biologica e il naturale proseguimento di gravidanza e parto, ma al giorno d'oggi con la massiccia introduzione di sostituti del seno materno e la formula artificiale è un arte che va re-imparata.
Molto spesso poi i mille consigli inadeguati e il mancato supporto fanno fallire l'allattamento con conseguente senso di colpa della madre che invece colpa non ha!
Partire informate e consapevoli può fare la differenza nella vostra esperienza d'allattamento.

La consulente professionale in allattamento diplomata IBCLC vi guiderà nel percorso in tre giornate che avranno cadenza settimanale; possono partecipare al corso tutte le mamme in attesa alla prima gravidanza ma anche plurimamme che nelle esperienze passate hanno incontrato difficoltà o non sono riuscite ad allattare.

Il corso si terrà una volta a settimana, per un totale di tre incontri, la mattina dalle ore 10 e si tratteranno i seguenti argomenti e pratica:

-Tutte le mamme hanno il latte?
-Come il parto può influire sull'avvio dell'allattamento e come riconoscere una struttura amica delle mamme e dei bambini.
-L'impatto del non allattamento per madre e bambino.
-Il seno va preparato? cosa mi serve per allattare?
-Importanza del contatto precoce nell'immediato dopo parto.
-Allattamento a richiesta, cosa vuol dire, saper riconoscere i primi segnali del bambino e come assicurarsi un abbondante produzione di latte.
-Un buon attacco al seno, le principali posizioni per allattare comodamente il tuo bambino (prova pratica) e riconoscere che la poppata procede bene.
-Normali parametri di crescita, come assicurarsi che il bimbo prenda abbastanza latte.
-Saper prevenire, riconoscere e curare eventuali difficoltà quali ragadi, ingorgo e mastite.
-Spremitura manuale del seno e tiralatte, metodi di estrazione del latte e conservazione.
-Allattare, fino a quando? OMS e raccomandazioni.
-Alimentazione della madre che allatta.
-Condivisione del sonno e allattamento, bisogni dei bambini e benefici.

Naturalmente ci sarà spazio anche per le domande o i dubbi delle mamme.

Costi e iscrizione:

La prossima data del corso è il 5 marzo (poi 12 e 19 marzo) dalle ore 10, presso la sala polivalente del centro "Bioanch'io" di via Amendola 19\a a Mantova.
La quota del corso comprensiva di tre incontri e materiale è di 45euro.
E' necessario prenotarsi per confermare l'adesione! Partiremo con un minimo di tre mamme iscritte.
Per ogni informazione contattami al 393.8316967 o scrivimi alla mail francesca.albertimn@gmail.com

A presto :-)

lunedì 4 febbraio 2013

Sostegno durante il parto

Le relazioni e gli studi randomizzati sul sostegno durante il travaglio da parte di una
singola persona “una doula” ostetrica o infermiera, hanno dimostrato che una continua
presenza empatica e fisica durante il travaglio porta numerosi benefici:
• travaglio più breve;
• una significativa diminuzione dell’uso d’analgesici, farmaci e anestesie;
• un indice di Apgar maggiore di 7;
• diminuzione dei parti operativi
(Klaus et al.1986, Hodnett & Osborn 1989, Hemminki et al.1990, Hoymeyer et al.1991).
Questa relazione riconosce come “doula” una figura femminile che possiede nozioni
basilari sul travaglio e sul parto e che conosce una vasta gamma di procedure
d’assistenza. Lei fornisce sostegno affettivo consistente in lode, rassicurazione, e da
consigli per migliorare il confort, fornisce inoltre un contatto fisico quale massaggi,
touching, spiega alla donna cosa le sta accadendo, nelle fasi del travaglio e del parto, e,
soprattutto, le fornisce una costante presenza amichevole.
15
Questi compiti possono essere svolti anche dall’ostetrica o da un infermiera, ma spesso
queste devono adempiere a anche a quelle procedure tecnico-mediche che distolgono
la loro attenzione dalla madre. In ogni caso la presenza costante ed un sostegno
empatico hanno ridotto significativamente l’ansia e la sensazione di non essere state in
controllo e quindi di aver vissuto un brutto parto nelle donne nelle 24 successive la
nascita del bambino. Questo ha un effetto positivo anche sull’allattamento al seno 6
settimane dopo il parto.
Una donna in travaglio dovrebbe essere accompagnata da persone di fiducia, persone
con cui si sente a suo agio: il suo partner, la sua migliore amica, la “doula”, l’ostetrica. In
alcuni paesi in via di sviluppo queste persone possono essere anche T.B.A.
Generalmente saranno persone già conosciute durante la gravidanza. Gli assistenti
professionali al parto devono avere dimestichezza sia con i compiti di sostegno sia con
quelli medici che devono essere in grado di eseguire con competenza e sensibilità.
Uno dei compiti di sostegno dell’assistente è quello di dare alla donna tutte le
informazioni e le spiegazioni che lei desidera. Inoltre dovrebbero avere la possibiltà di
adeguare i loro servizi alle esigenze specifiche di ogni donna. Questo tramite
un’organizzazione flessibile dei propri schemi di lavoro poiché non esiste un protocollo
universale per ogni donna.
Tutto ciò implica dei costi, perciò diventa anche un problema politico. E’ necessario che
sia i paesi sviluppati sia quelli in via di sviluppo indirizzino e risolvano questi problemi nel
modo a loro più adatto.
In conclusione, un parto naturale, sempre che sia a basso rischio, necessita soltanto di
un’attenta osservazione da parte di personale istruito, in grado di cogliere eventuali e
precoci segni di complicazione. Non è necessario alcun intervento bensì
incoraggiamento, sostegno e cura empatica. E’ possibile dare delle linee guida su ciò
che è necessario per proteggere e sostenere un parto naturale., ma ogni paese dovrà
adattare queste linee alle proprie specifiche situazione come pure alle necessità di tutte
le donne. Si dovrà investire in quei servizi che possano garantire quegli interventi
basilari adeguati alle necessità delle donne gravide a basso, a medio ad alto rischio e
con complicazioni.
(MATERNITA’ SICURA
Guida Pratica
all’assistenza al parto fisiologico,
al parto naturale
Guida prodotta dall’Organizzazione Mondiale
Sanità che si basa sugli studi scientifici
Evidence based
OMS Ginevra 96)

lunedì 21 gennaio 2013

Su "Corriere.it" si parla di me!

                       

Francesca Alberti, al centro, mamma di sei figli
Aspetti un bambino? Ti serve una Doula

Bellissimo articolo che parla di me su "Corriere.it" :-)

lunedì 7 gennaio 2013

La mattina delle mamme a Mantova

"La mattina delle mamme", momenti di condivisione tra mamme con bimbi da 0 mesi e oltre con la Consulente professionale in allattamento IBCLC e Doula, per confrontarsi, ricevere informazioni e ascolto, sostenersi nel cammino della maternità e non sentirsi sole..
Parleremo di vita da mamma, piccole e grandi difficoltà o gioie quotidiane, rielaboreremo insieme il vissuto del parto e affronteremo quali sono i bisogni di mamma e bambino come: allattamento e contatto, sonno e risvegli notturni, fertilità, vita di coppia, ritorno al lavoro, ecc.. e tutti gli aspetti legati all'essere madre; parleremo anche di portare i piccoli e pannolini lavabili (allestiremo una pannolinoteca e una fascioteca).
Ci sarà inoltre la possibilità di pesata settimanale per i bebè e, per le mamme che lo desiderano, di provare vari supporti porta bimbi.

Ci incontremo tutti i giovedì mattina alle ore 10 presso la sala polivalente del "Bioanch'io" di via Amendola 19\A (zona San Pio X) a Mantova.

Il costo degli incontri settimanali è compreso in un unico pagamento di 30euro mensili.

Per altre informazioni chiama il 393.8316967 o scrivi a francesca.albertimn@gmail.com
è gradita conferma della partecipazione! grazie

A presto :-)
Francesca