martedì 1 novembre 2016

Pagina FB, attenzione!

Per chi segue la mia pagina Facebook "Francesca Alberti Doula&IBCLC", dove potete trovare informazioni su allattamento, parto, iniziative ed eventi, attenzione:
la politica di FB prevede che se le pagine non vengono sponsorizzate (a pagamento), man mano che esse crescono perdono di visibilità; per cui i post e le foto che pubblico vi compariranno in bacheca molto raramente anche se avete il "like" alla pagina. Per ovviare a questo e seguire ogni post della mia pagina cliccate su SALVA!



giovedì 18 agosto 2016

IBCLC, garanzia di qualità

Oggi giorno sono sempre più le figure che ruotano intorno alle madri, chi si lancia ad offrire consulenze in allattamento non lo fa però sempre, purtroppo, con alle spalle la giusta competenza e professionalità o correttezza, mamme alla pari (peer conselor che non possono definirsi consulenti) o mamme volontarie della Leche League, ad esempio, offrono o dovrebbero offrire gratuitamente solo un primo sostegno telefonico o gruppi gratuiti di auto mutuo aiuto, se vi offrono domiciliari o servizi a pagamento non stanno facendo una cosa corretta o di loro competenza.
Anche una doula può offrire sostegno in allattamento ma non offrirvi una consulenza professionale a meno che non sia anche una IBCLC.
Altro esempio le ostetriche, l'ospedaliera non potrebbe offrirvi un servizio a domicilio a pagamento in quanto già dipendente pubblica, se caso offrirvi contatti di figure competenti sul territorio da poter chiamare una volta a casa...Potrete trovare invece ostetriche libere professioniste che offrono i propri servizi, ma chiedete sempre che competenze ed esperienza o formazione hanno in allattamento perchè non sempre un'ostetrica può avere le corrette competenze in campo..

Con queste premesse mi piace ricordare alle mamme chi è cosa fa una consulente professionale in allattamento IBCLC!


Che differenza c’è tra l’IBCLC ed altre qualifiche professionali e non che si occupano di allattamento?
Il candidato IBCLC sostiene un training multidisciplinare e accumula esperienza clinica per la gestione dell’allattamento e counseling, inclusi problemi e situazioni particolari.
Per accedere all’esame deve certificare di aver già accumulato una significativa esperienza clinica, e aver già approfondito lo studio delle materie di interesse per la professione.
La sua preparazione include conoscenze di:
anatomia infantile e materna, fisiologia e endocrinologia
parametri e tappe di crescita da prima del concepimento e per tutto il primo anno di vita del bambino/a
nutrizione del bambino e della madre, biochimica, immunologia e malattie infettive
patologia materna e infantile, farmacologia e tossicologia
psicologia, sociologia ed antropologia
lettura e interpretazione delle ricerche scientifiche
questioni etiche e legali correlate alla consulenza in allattamento
tecnologie relative all’allattamento
questioni di salute pubblica che interessano l’allattamento.
L’IBCLC ha acquisito delle competenze specifiche nel campo dell’allattamento, ha studiato in modo approfondito il campo dell’allattamento e della lattazione umana, e ha passato un esame internazionale il cui livello di difficoltà è equiparato a un Master. L’IBCLE (International Board of Lactation Consultant Examiners) è l’ente che gestisce il programma di certificazione internazionale e agisce sotto la direzione della US National Commission for Certifying Agencies.
La certificazione di IBCLC vale per 5 anni, trascorsi i quali è obbligatoria la ricertificazione. Ciò garantisce che le IBCLC siano sempre aggiornate.
L’IBCLC inoltre è una delle poche professioni dove è obbligatorio ricertificarsi periodicamente per esami (ogni 10 anni, oltre alla ricertificazione per crediti dopo 5 anni)
La credenziale di IBCLC è l’unica riconosciuta a livello mondiale per le/i consulenti in lattazione.
L’IBCLC aderisce a un Codice Etico e a un Codice deontologico professionale. Inoltre aderisce e rispetta il Codice OMS/UNICEF sulla commercializzazione dei succedanei del latte materno.
La qualifica di IBCLC è uno standard a livello mondiale che richiede centinaia di ore di formazione e studio, e diverse migliaia di ore di pratica clinica, per poter accedere all’esame.
La certificazione di IBCLC è una garanzia di qualità per chi cerca un aiuto e un sostegno competente.



martedì 5 luglio 2016

Estate, al fresco!

Care mamme e future mamme, pausa estiva per gli incontri informativi e di sostegno che riprenderanno a settembre sempre presso "Equilibrio Benessere Naturale" di Castiglione delle Stiviere (MN). 
Nel frattempo ricevo in studio, sempre a Castiglione, per consulenze e trattamenti di armonizzazione cicatrice. Gli accompagnamenti nascita o allattamento e visite domiciliari dopo parto, invece, sono da concordare, scrivetemi o chiamatemi, trovate i contatti qui sul sito.

Con il caldo estivo, stiamo al fresco! In studio trovate spazio, aria climatizzata e confort..ricevo, previo appuntamento, presso "Equilibrio Benessere Naturale" via Donatori di Sangue 2, Castiglione delle Stiviere (MN). Equilibrio Benessere Naturale




lunedì 7 marzo 2016

VBAC, partorire dopo cesareo si può

Presso "Equilibrio benessere naturale" via Donatori di sangue 2, 46043, Castiglione delle Stiviere (MN)

giovedì 18 febbraio 2016

Dormirà tutta la notte?

E' un argomento molto sentito da tutti i genitori, il sonno del bambino e i risvegli notturni!
Ne parleremo giovedì 17 marzo alle 10 presso quello che è il nostro ormai punto di ritrovo, accogliente e rilassante, "Equilibrio Benessere Naturale" di Castiglione delle Stiviere, Mantova.

Gradita conferma partecipazione anche con sms al: 388.7871704
Incontro aperto a tutti i genitori, mamme e future mamme, offerta libera a sostegno dei progetti di "Innecesareo Onlus" (www.innecesareo.it)


lunedì 8 febbraio 2016

Allattare è davvero questione di fortuna?



Video Medicalive al Convegno nazionale Innecesareo, imperdibile!

Parto cesareo? Solo se necessario. A Napoli il convegno nazionale di Innecesareo Onlus per discutere di Vbac e di un parto più consapevole.

La battaglia delle donne per un parto rispettato, anche dopo cesareo.

Sabato 30 gennaio, Innecesareo Onlus, prima associazione nazionale impegnata nella prevenzione di cesarei innecessari e promozione vbac (parto naturale dopo cesareo), nel sostegno emotivo post-cesareo o parto medicalizzato, ha organizzato e tenuto il suo secondo convegno nazionale su Vbac e nascita rispettata nell’auditorium dell’ospedale FatebeneFratelli di Napoli. Oltre le più rosee previsioni il convegno è stato un successo, un evento unico a Napoli. I temi trattati sono stati importanti e scottanti per certi versi, sappiamo come la Campania abbia il primato per regione con il più alto tasso di cesarei, e in questa giornata Innecesareo ha voluto parlare di: parto rispettato, violenza ostetrica, importanza delle parole nel parto e del counseling con la donna, di parto vaginale anche dopo due o tre cesarei, dei rischi e complicanze a breve e lungo termine del cesareo.
Le evidenze scientifiche dimostrano, come se ce ne fosse bisogno, che le donne sanno ancora partorire e i bambini sanno nascere anche dopo uno o più cesarei. Interessanti e importanti, sicuramente motivo di riflessione, poi, i dati portati a sostegno della sicurezza del parto in casa anche dopo cesareo, la conclusione è senz’altro quella che ci fa capire come non medicalizzare un evento fisiologico e normale porti le donne ad avere un parto sano e felice. L’interazione tra pubblico, relatori e operatori sanitari è stata accesa e costruttiva, sicuramente c’è ancora molto da fare e siamo tutti impegnati a migliorare la salute materna e infantile, prevenire i cesarei innecessari alla prima gravidanza è sicuramente fondamentale, ma quello a cui Innecesareo preme principalmente è riportare al centro la donna, informala correttamente, renderla consapevole e fiduciosa, sostenerla e aiutarla a comprendere che è importante per tutte le donne riprendersi il parto, solo così potremmo cambiare il paradigma culturale che ci dice che non sappiamo partorire senza medicina o che il cesareo sia la panacea.
Un ringraziamento particolare a tutte le persone coinvolte, ai relatori: Dott. Roberto Vigorito, Agostino Menditto, Pietro Apuzzo, alle Dott.sse Gabiella Pacini e Rosaria Santoro, alle volontarie Innecesareo attive, alle mamme intervenute, all’accoglienza ricevuta dall’ospedale FBF e al dottor Icobelli che ci ha permesso di svolgere il convegno nello splendido teatro. Innecesareo continuerà a credere, tra le altre cose e citando una famosa ostetrica, “che non si può cambiare il mondo se non si cambia il modo di venire al modo”. www.innecesareo.it. Il prossimo appuntamento gratuito il 5 marzo a Catanzaro per la Tavola rotonda su Vbac e parto rispettato” tra operatori sanitari e donne, discussione attiva e confronto.
Francesca Alberti, Presidente “Innecesareo Onlus”